Ginnastiche dolci

 

Nelle ginnastiche dolci è importante realizzare lo scopo della distensione e del rilassamento.

Ambedue gli obiettivi si raggiungono con un’ azione consapevole, in modo da avere padronanza del corpo e scegliere di poter essere attivi e passivi volontariamente.

Quindi il rilassamento risulta come una distensione muscolare cosciente, in grado di favorire una rigenerazione dei tessuti sovraffaticati dallo stress.

Si tratta di alternare uno stato di attività ad uno di passività, riducendo al massimo gli automatismi che danno luogo a movimenti parassiti : dal momento in cui si assume una postura fisica, va mantenuta una vigilanza che mantiene il controllo del movimento e l’effetto che ad esso consegue.

Tale controllo avverrà soltanto attraverso la percezione, cioè quella sensazione interna di cui ognuno è dotato, che ci avverte dello stato in cui si trovano i muscoli.

La postura può variare da supini a seduti, alla stazione eretta.

Quindi il rilassamento risulta come una distensione muscolare cosciente, in grado di favorire una rigenerazione dei tessuti sovraffaticati dallo stress.

E’ necessario prima di tutto scegliere una posizione in cui tutte le parti del corpo siano appoggiate, in modo da permettere l’abbandono delle parti più tese; in ogni caso non ci si può liberare da una tensione muovendosi: rendendosi conto della sensazione sgradevole e restando immobili, prendiamo coscienza del nostro disagio e lasciamo che scompaia l’impulso di muoversi.

Lo stato di Passività consapevole implica vitalità : quanto più ci distendiamo, tanto più percepiamo la vita interna del corpo,cioè la respirazione,la temperatura corporea,la circolazione del sangue,ecc,ecc.