Meditazione

Lo scopo della Meditazione è quello di liberarci dagli stati di conflitto e di ansia per giungere alla calmabuddha-1297531_1280 della mente, per accettare ciò che siamo, ciò che fa parte di noi e del mondo che ci circonda.

É preferibile meditare senza avere l’aspettativa di qualcosa e lasciare che entri in noi uno stato di serenità che persista nell’arco della giornata.

É importante sviluppare l’Attenzione,cioè l’osservazione pura di ciò che accade dentro e fuori di noi, pensieri compresi, senza giudicare , senza stabilirsi in essi, lasciandoli passare.

La percezione del tempo andrà modificandosi finché non riusciremo a dimorare nel momento presente, nell’attuale, nel qui e ora.

Come ci si prepara:

Emeditating-1170645_1280‘ importante scegliere un luogo appartato della casa a cui dare un senso di intima sacralità e scegliere più o meno gli stessi orari del giorno, preferibilmente la mattina appena svegli o la sera prima di andare a dormire.

Si può iniziare con 10–15 minuti, per aumentare man mano che si prende l’abitudine a sedersi, come fosse un impegno irrinunciabile.

Quando ci si appresta a meditare, è importante osservare il proprio corpo per riconoscerne le tensioni, cercando di rilassarsi, attraverso una scansione dalla testa ai piedi.

La Postura seduta deve essere immobile, stabile e comoda, con la colonna vertebrale allineata.

Minore è il movimento del corpo, più stabile sarà la mente.

É importante sviluppare l’Attenzione,cioè l’osservazione pura di ciò che accade dentro e fuori di noi, pensieri compresi, senza giudicare , senza stabilirsi in essi, lasciandoli passare.

Se il Sistema Nervoso è rilassato, il respiro fluisce liberamente favorendo una presa di coscienza che non ammette distrazioni. Il respiro fluisce attraverso le narici come se fosse aria fresca; l’aria che esce è tiepida e pesante,porta via l’ansia,la stanchezza.

Il respiro e’ lo specchio delle nostre emozioni, poichè cambia secondo il nostro stato d’animo.

Quando l’attenzione della mente si concentra sul respiro,ci distacchiamo dallo stato ordinario,meditation-1287207_1280

entriamo in uno stato di quiete, perchè il sistema nervoso si calma : entriamo in uno “stato meditativo”.

Le attuali Neuroscienze studiano le connessioni neuronali e hanno verificato che la Meditazione praticata a lungo crea una evoluzione progressiva del cervello: così come ci si addestra per lo sport e per la musica, nello stesso modo l’allenamento interiore della nostra mente, scelto deliberatamente, sviluppa delle qualità che favoriscono la chiarezza del processo ideativo.